L’amore prima del tramonto

novembre 27, 2008

prima-del-tramonto

– Vedi non è questo.
stavo bene finché non ho letto il tuo libro. Mi ha riaperto la ferita, mi ha fatto ricordare quanto ero romantica allora, quante speranze coltivavo. Ora al contrario non credo più in niente che riguardi l’amore. Certi sentimenti io non li provo più è come se avessi speso tutto il mio romanticismo quella notte, non ho più provato emozioni del genere quasi se ne fosse andata via una parte di me che io avevo espresso a te e tu ti eri portato via. Da allora il gelo, l’amore non fa più per me.

– No no, non ci posso credere non ti voglio credere.

Te ne dico un’altra: realtà e amore sono quasi una contraddizione per me.
Pensa ognuno dei miei ex si è sposato. Uscivano con me, ci separavamo e si sposavano. Mi chiamavano per ringraziarmi di aver fatto loro conoscere l’amore, di aver insegnato loro a trattare le donne con rispetto.

– Eh si, sono uno di loro anch’io.

– Li ucciderei. Perché non hanno voluto sposare me? Avrei detto no ma avrebbero dovuto chiederlo. È colpa mia, so che è colpa mia perché nessuno mi andava mai bene, mai. Che significa l’uomo giusto? Il grande amore, è un concetto assurdo. L’idea stessa di completarci con un’altra persona è deleteria, è chiaro. Ho avuto il cuore spezzato così tante volte che è pieno di cicatrici, perciò ora sono… sin dall’inizio non mi sforzo perché tanto so già che non durerà.

– Ma non puoi ragionare così è assurdo che tu viva solo per non soffrire.

– No no sai che ti dico, sono solo parole. Io devo allontanarmi da te ferma la macchina devo scendere…

Senti te lo ripeto io sono comunque felice di averti rivisto e anche se sei diventata un’incazzosa attivista maniaco depressiva ancora mi piaci, ancora mi diverte stare con te.

Prima del tramonto, regia di Richard Linklater

Mi sono vista ieri sera. A 32 anni. Un’incazzosa attivista maniaco depressiva… Senza Ethan Hawke. E non è che non vorrei essere così, mi piacerebbe essere così. Ma non troverò nessuno che lo capisca. Che capisca che voglio essere ognuna di queste cose. Che non voglio avere un sorriso idiota stampato sulla faccia, che non voglio pensare solo ai futuri rosei, ma che le difficoltà non mi spaventano e non scappo. Io so sostenere. E nessuno capirà che avere accanto un’incazzosa attivista maniaco depressiva può essere una fortuna (oltre che un’opera di bene!), perché fondamentalmente non vede l’ora di avere torto e di lasciarsi totalmente andare all’amore e di riscoprirlo come se fosse il primo innamoramento. Dividere la follia è difficile in un mondo che vuole che tu progetti costantemente il tuo futuro. E io so immaginarmi strade che portano ovunque, senza programmi o contratti.

Ma a volte gli spigoli vanno smussati e non ci si può calare tutti d’un pezzo in una parte o in una vita, dicendo solo “io sono fatto così”: se si vuole amare bisogna permettere anche agli altri di farlo. Quindi essere meno rigidi talvolta meno incazzosi e molto meno maniaci depressivi, che non incoraggia certo ad amarci!

A volte penso che il mio amore basti a se stesso e che non abbia bisogno di essere spiegato, ma solo sentito. Mi piacerebbe che poggiando una mano sul mio cuore chi mi ama potesse capire tutto.

Giada

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: