Senza cuore, ma con la pelliccia

gennaio 20, 2008

istantanea-2008-01-20-20-37-40.jpg

Ed ecco che come ogni anno l’inverno scopre la parte peggiore delle persone. Non parlo dello schizofrenico consumismo natalizio ormai passato, se dio vuole, ma della crudele moda di indossare cadaveri di poveri animali per coprirsi, nemmeno vivessimo in Siberia. Si sa, la moda è la moda. Come resistere alla tentazione di quei sobrissimi soprabiti fatti dei corpi di centinaia di piccoli animaletti? Sono così morbidi e così chic! Il sito stile.it il 20 settembre 2007 fa un “sagace”articolo sulla moda autunno/inverno 2008:

“Pelliccia o non pelliccia? Il solito dilemma! Odiata dagli animalisti e amata dalle fashion victim, fatto è, che anche per questo inverno è parte integrante del guardaroba… ma solo con qualche dettaglio. Ci risiamo. Come ogni autunno/inverno che si rispetti, spunta la solita polemica sul capo maggiormente odiato/amato, il capo della discordia, appunto, quello che provoca invettive da parte degli animalisti ma che ha con sé un gran numero di ammiratrici. Donne, anche quest’anno il vostro guardaroba sarà accessoriato da una pelliccia… sempre se lo vogliate, sempre se non preferiate quelle ecologiche, sempre se non ‘soffrite’ di sensi di colpa verso gli animali che, inevitabilmente, saranno ‘denudati’ in nome della vanità femminile”.

Ma quanta simpatia in questo articolo! Quanto sono noiose e decisamente out le solite polemiche! Quante risate a pensare alle signore glamour che proprio quest’anno si erano ripromesse di fare del bene al mondo e invece sono costrette ancora una volta ad abbandonare le loro buone intenzioni, per quegli irresistibili accessori di pelliccia così eleganti! Credo che le giornaliste di moda siano le donne più stupide e superficiali del mondo. “Denudati”, non ci posso credere che ha usato questa parola! Io a questo punto non so se posso scrivere la lista di insulti che mi vengono in mente a proposito di questa persona…Denudati?! Tante volte la signora fashion non lo sapesse, questi animali vengono torturati e uccisi. Ma non è bello forse scrivere di come, per non rovinare la loro pelliccia, vengono usate camere a gas, scosse elettriche o rottura delle ossa cervicali. Gli animali vengono spesso storditi con colpi alla testa, ma molti rimangono vivi.

  • I visoni vengono uccisi con il biossido di carbonio dentro camere a gas. I piccoli corrono in tondo cercando disperatamente di tenere la loro testa alta sopra il livello del gas.
  • Le volpi vengono uccise con l’elettrocuzione: due elettrodi metallici che danno loro una scossa di circa 200 volt e che provoca atroci sofferenze.
  • Ma l’ultima lussuosissima moda è la pelliccia di agnello Karakul. Si tratta di agnelli che hanno solo poche settimane di vita, a volte non sono nemmeno nati e vengo strappati dalla madre con un aborto forzato. Tutto questo perchè il pelo di feti o di agnelli neonati è particolarmente lucido e la sua arricciatura così graziosa sul corpo di quelle donne di merda.

Secondo “Fur Trade Today”nel 2006 sono stati uccisi 44,6 milioni di visoni, 7 milioni di volpi, 350 milioni di conigli, 3 milioni di procioni, 350 mila foche, ma ci sono anche ermellini, zibellini, scoiattoli, lontre, castori, cani e gatti tutti uccisi esclusivamente per la produzione di pelli. Per confezionare una pelliccia di visone sono necessari almeno 54 animali, per una di volpe 24, per gli ermellini si arriva fino a 200 esemplari. E tutto per soddisfare la vanità di uomini e donne che tanto resteranno sempre orribili qualunque cosa indossino.

Ci sono circa 23 allevamenti di animali in Italia. Ogni anno si stima che vengano prodotte 200 mila pelli di visone. Le condizioni di vita degli animali nelle gabbie sono terribili: soffrono in un modo incredibile, impazziscono e si automutilano. Ci sono persone in tutto il mondo che ogni anno liberano alcuni di questi animali dalle loro prigioni, anche se non serve a molto. Vengono chiamati TERRORISTI. E io sinceramente mi chiedo chi siano i veri terroristi. Se fare questo è un male, un peccato, un reato, se chi salva la vita ad animali torturati e seviziati, è un terrorista, allora a questo mondo ci vorrebbero MOLTI più terroristi, sicuramente di più di stupide donnine alla moda.

La volpe che vedete sopra non l’ho presa a caso su internet ma l’ho conosciuta al parco di Marina di Alberese. Si avvicina spesso quando vede le persone, anche perchè i milanesi stupidi, che ancora non hanno capito che non si deve dare il nostro cibo agli animali selvatici, le tirano da mangiare. Mi chiedo perchè non se ne stanno a casa loro se non sanno rispettare le regole del parco. Ma c’è sempre la speranza che mentre qualcuno le tira l’ennesimo pezzo di pane e allunga la manina per toccare la sua bella pelliccia, la volpe gli stacchi con un morso almeno due dita! Comunque è bellissima!

Vi lascio alcuni link utili:

Giada

Annunci

4 Risposte to “Senza cuore, ma con la pelliccia”

  1. MEL!!! said

    W HANNIBAL LECTER..
    ..speranza nelle nuove, magari in certe cose dementi, generazioni..se ci fai caso son tutte vecchie bacucche quelle che si imbelletano pellicciosamente..e i nostri coetanei si sognerebbero di farlo, credo..beh speriamo che crescano mantenendo la stessa linea di pensiero..

    ..donnine di merda mi pare anke troppo fine..
    ..ma qui non posso essere volgare..
    😉

    Ciauz!

  2. giadinskj said

    Io lo spero tanto! Ma tutte quelle giacche con i cappucci impellicciati che vanno di moda ultimamente mi preoccupano molto. Sono convinta che le persone non sappiano tante cose e che se le sapessero non comprerebbero certe schifezze. A quelle donne che coscientemente se le comprano gli auguro che gli rimanga la pelliccia incastrata nelle porte della metropolitana, del tram o di qualche treno…
    Baci!

  3. buttero said

    a ogni tipa rovesciagli sulla pelliccia un bel bicchiere di acqua ragia o acido della batteria vedrai gli passa la voglia

  4. giadinskj said

    Bisognerebbe lavarglici la testa con l’acqua ragia e vedere se poi le passa la voglia di fare la vamp!
    Giada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: